Rigenerazione e formazione

L’esperienza dimostra che la rigenerazione avviene più facilmente quando si stabilisce un rapporto favorevole tra attività edificante e distensione. Il pensiero basilare della rigenerazione non è di cercare una soluzione dentro di sé, ma di iniziare direttamente con un orientamento verso l’esterno, con delle attività che superano le possibilità precedenti. Perciò sono particolarmente adatti i contenuti dei pensieri che portano in sé una sostanza animico-spirituale e che possono sviluppare immediatamente nuovi sentimenti profondi. Nello scambio vivace e nell’incontro con il maestro spirituale Heinz Grill, vari pensieri vengono movimentati ed elaborati.

Rigenerazione e formazione

Il luogo è il piccolo villaggio di montagna italiano di Lundo al nord del Lago di Garda.
Informazioni e iscrizione: info@heinz-grill.de

A causa del costante aumento di stress, suggestioni e manipolazioni nel mondo odierno, la rigenerazione non è più una sola questione di recupero, ma piuttosto per tutte le persone in quasi tutti gli ambiti professionali una questione necessaria alla vita: Come possono avvenire nuovamente una costruzione e una stabilizzazione delle forze individuali e dell’integrità dell’individuo? Ogni essere umano ha la capacità di liberare forze rigenerative immediatamente e in qualsiasi momento.

In pratica, questo può aver luogo in connessione ai movimenti estetici, alla lettura di testi ed esercizi di contemplazione, attraverso la creazione artistica di strutture all’aperto, lavori in legno o escursioni in montagna. Tutte le attività promuovono la capacità dell’osservazione tranquilla e del pensare percettivo.

Così la soluzione non si cerca all’interno del proprio problema o nella situazione d’emergenza, ma in nuovi contenuti di pensiero e sentimenti profondi che permettono un ravvivamento naturale e un nuovo inizio. Ogni apprendimento e sviluppo possono iniziare solo rivolgendosi all’esterno, verso la cosa che si vuole imparare. Come non si può sviluppare una lingua straniera cominciando all’interno di sé, ma percependo e studiando in modo molto preciso ed originale la grammatica, il vocabolario e la pronuncia all’esterno, così la rigenerazione non trova un punto di ancoraggio nel vecchio, negli abitudini, bensì nell’espansione delle capacità precedenti e nel volgersi verso idee e ideali desiderabili, che non solo portano un vantaggio al singolo, ma che hanno una validità generale per l’uomo e sono favorevoli per la vita sociale.

Imparando a creare un riferimento con il mondo esterno in maniera oggettiva, il singolo individuo comincia a ricreare nuovamente una propria posizione. Come osservatore si confronta in modo tranquillo con una cosa o con un contenuto di pensiero e facendo così si assume naturalmente una posizione propria, un sano posizionamento individuale.

Attraverso la percezione dell’oggetto osservato nella sua esistenza, si mette in luce e si ravviva questo oggetto (un testo, un fenomeno naturale o una persona), il quale ha un effetto a sua volta sull’osservatore. Con questa attività, anche la propria capacità di relazionarsi e di comunicazione trova un ampliamento.